In morte di Jacques Derrida (2004)

(“Derrida, la verità sottosopra”, da l’Unità 10/10/2004) Scrivo queste frasi di fronte alla morte di qualcuno che ha contato molto per me, e che mi trova del tutto impreparato ad affrontarla – lontano dai libri, dai miei appunti, lontano perfino dalla mia memoria. E mentre constato questa inadeguatezza, mi sembra di sentire risuonare anche a…

Parli come badi 2. Intervista a Mario Lavagetto sul linguaggio

Foto_di_Paolo_Steffan

(l’Unità, 7 aprile 2004) La seconda di queste nostre conversazioni sul linguaggio è con Mario Lavagetto, uno dei più insigni studiosi italiani (apprezzatissimo all’estero) di Teoria della letteratura (a lungo insegnata all’Università di Bologna). Lavagetto è specialista dei rapporti tra psicanalisi, letteratura e linguaggio, e in particolare del “mentire”. I suoi studi sulla menzogna (e…

Incontro con Sophie Calle

(l’Unità, 27 gennaio 2004) Sophie Calle abita e lavora in uno di quei grandi spazi post-industriali sul bordo della città di Parigi, senza per questo essere periferia. Annette Messager e Christian Boltanski sono suoi vicini di casa. Ho il ricordo sbiadito di una mia visita molti anni fa: mi colpirono la sua intensità e insieme…

“Su Vertigini di W. G. Sebald (2003)”

Si è parlato, anche in queste pagine, del prendere le parole sul serio, portare i propri discorsi fino in fondo, e quindi di un’etica della coerenza valida anche nella letteratura. Credo che lo scrittore W. G. Sebald, tedesco trapiantato in Inghilterra e morto cinquantasettenne nel 2001 (in realtà un apolide fla^neur), corrisponda in pieno a…

Lullaby di Chuck Palahniuk

(l’Unità, 30 settembre 2003) Immaginatevi di essere nella condizione di poter prendere alla lettera, e a vostro vantaggio, l’espressione “il potere della parola”: con una semplice nenia che mormorate tra le labbra come una preghiera veloce, potete far fuori chiunque vi capiti a tiro, anche a distanza. Il protagonista del nuovo romanzo di Chuck Palahniuk,…